head2
News Chi siamo Foto / Video SEDI Contattaci Segui il blog



Bateras Mailing list




Intervista a Mariangela Demurtas

Tim Tronckoe photography

Bateras Beat Sardegna intervista Mariangela Demurtas di Bitti, da poco incoronata dal quotidiano spagnolo Marca all’ottavo posto della classifica delle Donne più sexy del rock!

Ciao Mariangela, benvenuta nel blog del Bateras Beat Sardegna, come ti vanno le cose?

Ciao! Grazie per l´invito! Tutto bene e spero anche voi!

Per chi non conosce la tua storia, è giusto ricordare che sei la cantante del gruppo gothic metal norvegese “Tristania” cosa puoi raccontarci di questa esperienza?

La mia esperienza coi Tristania è stata un grande arricchimento e lo è attualmente. È stata una grande sfida per me riuscire a trovare una posizione nel mondo della musica oltrepassando gli ostacoli che una realtá isolana può importi, sia dal punto di vista geografico che culturale. Ho imparato tantissimo specialmente a livello umano e sociale.

Come è cambiata la tua vita dall’ingresso nella band?

La mia vita è cambiata parecchio perché sono entrata a contatto con altri modi di vivere incluso quello di andare in tour ed essere esposta ad attenzioni da parte di un pubblico molto vasto. È stata una fatica all’inizio per via delle differenze culturali perchè entrare in una band è come entrare in una famiglia e spesso non è come una semplice uscita al bar, ci sono molti momenti di convivenza e pochi di privacy, quindi devi arrangiarti in fretta e riuscire ad ambientarti. Avere una band è come avere un fidanzato, se non ci si capisce la storia non finisce bene! Sono fiera di essere riuscita a superare le difficoltá ed essermi integrata a loro anche linguisticamente.

Partiamo dalle tue origini artistiche, quando hai iniziato a interessarti alla musica e al canto in particolare?

Sono sempre stata attratta dallo spettacolo, da piccola mi inventavo di tutto e scrivevo canzonette giá da piccolissima, sono quindi sempre stata creativa, ricordo che a 7 anni suonavo canzoni popolari con il flauto senza sapere esattamente le note, ma seguivo le posizioni delle dita di puro istinto. Ho sempre cantato e partecipato a gare canore, cosicchè entrai a far parte di un gruppo di teatro e mi hanno convinta a seguire quella strada.

Quali sono i/le cantanti ai quali ti ispiri e perché?

Ahhh domanda difficile, sono veramente vari e non so se oggi ancora mi ispiro a loro, quando ero piú giovane mi hanno aiutato a capire di piú sulla mia voce, ma oggi giorno mi concentro su quello che sento anche se non somiglia affatto al loro stile.

Jeff Buckley per l’emotività. Skin per la grinta, Diamanda Galas per l’introspettività, Lisa Dal Bello per la magneticità, Cris Cornell per la freschezza di una voce incondizionabile….ecc…ecc….

Tra tutte le tue esperienze e partecipazioni, quali sono gli aneddoti che ricordi con soddisfazione?

Quando sono stata elogiata da professionisti di alto livello che hanno sempre creduto in me e mi hanno spinto ad andare avanti.

Quali sono gli attuali progetti musicali ai quali stai lavorando?

A parte il mio progetto solista che al momento sta aspettando di decollare dalla pista giusta, in quanto non metal…. Ho in attivo due bellissimi progetti, uno etnico con influenze elettroniche dal nome Luminosa, e un altro piú metal del quale ancora non posso dire molto, ma sono super fiera di ció che abbiamo scritto.

Sono anche insegnante di canto, dopo anni di studio da autodidatta quest’anno ho finalmente acquisito un certificato per poter comunque abilitarmi in questa professione, ma non smetto mai di studiare. Devo essere sincera, la mia voglia di palco è molto piú forte e la mia parte artistica è quella che mi rappresenta meglio.

Quali sono i tuoi piani futuri?

Vorrei continuare a lavorare con questi progetti e magari suonare in Sardegna piú in là, continuare con il progetto solista e scrivere un album nuovo con Tristania.

Poco a poco si fa tutto…:)

Che consigli ti senti di dare a tutti i  ragazzi e ragazze che sognano di diventare cantanti? E’ indispensabile uscire dalla Sardegna per riuscire a costruire qualcosa di concreto?

Oggigiorno non è realmente indispensabile dal punto di vista artistico perché sia per via dei viaggi che costano poco e internet ci si puó preparare bene. I termini di paragone sono molto importanti, ma è giusto seguire un istinto proprio e lavorarci…lavorare duro è tutto ció che una persona deve fare, e quindi non solo pensare alla gloria futura di essere visto da tante persone, altrimenti non si arriva al cuore di nessuno. Farebbe comunque bene ai sardi un’esperienza all’estero per mettersi in gioco e crescere. In Sardegna la vita è molto piú facile che in altri posti, ed è per questo che si tende a giudicare in fretta o a sedersi in poltrona invidiando gli altri per ció che fanno. Quindi un po’ di spirito di iniziativa e di confronto, e anche di volontà potrebbero portare tanti ragazzi a raggiungere obiettivi desiderati!

Grazie Elena per questa intervista! A presto!

Intervista a Francesco Aprili

Nuova intervista per il Bateras Beat Blog! Questa volta abbiamo intervistato Francesco Aprili, batterista romano classe 1991, di ritorno dalla grandiosa tournèe con l’artista Giorgio Poi (oltre 100 concerti in tutta Europa tra live e show televisivi), buona lettura!

1. Ciao Francesco, come vanno le cose?

Benissimo, sono molto felice di rispondere alle vostre domande e vi ringrazino per l’invito! 

2. Come è nata la tua passione per la batteria?

E’ nata molti anni fa grazie ai miei genitori. Sono sempre stati grandi appassionati di musica, di tutti i generi dal jazz, al rock fino alla world music. A dieci anni mio papà mi regalò una piccola chitarra, dopo un attenta analisi dello strumento la misi sulle mie gambe e cominciai a percuoterci sopra con i pugni..potete immaginare la sua reazione, il giorno dopo si presentò a casa con un pad e un paio di bacchette che ancora custodisco con cura. 

3. Nell’ultimo anno hai registrato più di 15 dischi, complimenti. Come ti sei preparato per questo lavoro, e come hai raggiunto tale obiettivo?

Devo dire che un anno fa non avrei mai immaginato di partecipare a cosi tanti progetti. Ho lavorato principalmente in uno studio molto quotato a Roma chiamato “Gli Artigiani” gestito da Daniele Sinigallia. Planet Funk, Max Gazzè, Marina Rei, Donatella Rettore, Fabrizio Moro, Motta e molti altri hanno registrato qui, un posto davvero magnifico dove fare musica. Fabio Grande e Pietro Paroletti (Sala Tre), due giovani produttori molto attivi nella scena “alternative” Italiana, ogni volta che avevano bisogno di registrare batteria o percussioni mi chiamavano. Pochi giorni prima (ma mi è capitato di andare a scatola chiusa) ricevevo provini dei brani che di li a poco avrei registrato, buttavo giù qualche idea e una volta in studio completavo il tutto seguendo le direttive di artista e produttore. 

4. Sul fronte della musica live sei stato molto attivo, si è da poco conclusa una fortunata tournèe con l’artista Giorgio Poi, suonando più di 100 concerti tra Italia ed Europa, ci racconti la tua esperienza?

Probabilmente l’anno che si è appena concluso è quello in cui sono stato più attivo dal vivo. La collaborazione con Giorgio si è dimostrata sin da subito unica e moto ambiziosa sotto ogni punto di vista, dalla produzione, agli arrangiamenti, fino alle importanti esibizioni andate in onda su Radio Rai1, Radio Rai 2, RedBull Accademy e Sky Uno. Dopo aver girato praticamente tutta l’Italia, il mese scorso abbiamo portato a termine con grande successo una mini tornèe in Europa, che ha aperto nuove e stimolanti prospettive per questo progetto, di cui ho la fortuna di far parte. 

5. Quali sono secondo te gli esercizi più utili ed importanti per un batterista? Quale routine di studio segui?

Aiuto domanda difficile.. la regolarità nello studio (di un qualsiasi strumento) credo sia fondamentale, ma spesso quando si è molto impegnati in tour o sessioni di registrazione è difficile mantenere una routine solida. Tuttavia cerco di non essere troppo severo con me stesso e dedicare più tempo possibile allo studio. Ultimamente trovo molto interessanti gli esercizi sull’indipendenza in contesti latin, pop e jazz, a volte utilizzando il click “off beat” su secondo o quarto sedicesimo; riesco sempre a trarne ispirazione per nuovi groove e in più la ricerca della precisione degli unisoni e la musicalità di questi esercizi, sono argomenti molto apprezzati e che poi ritroviamo sul lavoro. 

6. 3 cose che ami e 3 che odi della musica attuale.

Ne amo la spontaneità, la produzione e l’accessibilità. Ne odio l’approssimazione, la poca originalità e la fretta. 

7. Queste ultime righe sono a tua disposizione, concludi come meglio credi.

Mi piacerebbe concludere sul levare del quattro, posso? 

Derek Roddy a Cagliari!

Tutto il team Bateras Beat Sardegna ringrazia tutti i partecipanti all’evento!

Ringraziamo pubblicamente anche Derek Roddy per la sua gentilezza e disponibilità.

Nuova sede Bateras Beat Mogoro!

15731762_225575487852302_1908834817724645800_o

Bateras Beat Mogoro è la nuova unità Bateras Beat in territorio Sardo. Da oggi è possibile seguire i nostri corsi di batteria nella nuovissima e attrezzatissima struttura di Mogoro.

Per informazioni sui nostri corsi:

►Facebook – https://www.facebook.com/baterasbeatsardegna

►E-mail – baterasbeatsardegna@gmail.com

►Instagram – https://www.instagram.com/baterasbeatsardegna

Per Natale regala un corso Bateras Beat!

15167562_1144072262351479_7919792857107677764_o

Vera Figueiredo in Sardegna 10/11 Settembre

vera

13724015_1029650933793613_3626283175232711986_o

BATERAS BEAT DRUMFEST

ospite internazionale

VERA FIGUEIREDO

Sabato 10 e domenica 11 settembre arriva in Sardegna direttamente dal Brasile una delle migliori batteriste del pianeta.

From T. Bruce Wittet’s article on the Modern Drummer Magazine USA about the Montreal Drum Fest:

“From behind the drum set, Vera Figueiredo took the audience from the Brazilian rainforest into the clubs and concert halls of the world. Jaws dropped at her unique presence, approach, and distinctive licks”. And, the fact of being nominated by the British Rhythm magazine “The Queen of Samba”, some other Brazilian and international publications had pointed out Vera Figueiredo’s musical power!

Per partecipare al primo evento della nuova stagione contattateci:

baterasbeatsardegna@gmail.com

070/242177

Estate al Bateras

Corsi Estivi di MUSICA BATERAS BEAT SARDEGNA!

Organizza la tua vacanza-studio in Sardegna!

Per informazioni baterasbeatsardegna@gmail.com

10256611_794814167277292_1098297499022819916_o

Bateras Beat nelle scuole!

scuola simone

Da settembre è possibile programmare un nostro evento nelle vostre scuole, per maggiori informazioni contattateci:

baterasbeatsardegna@gmail.com 

070/242177

Questo è quello che è successo martedì 31 maggio alla Scuola Primaria Via L.W. BEETHOVEN a Quartu Sant’Elena, ospite d’eccezione il nostro Simone Iron Maiden!

 

 

I nostri allievi al Centro Commerciale Marconi.

Sabato 28 e domenica 29 Maggio alcuni dei nostri più piccoli allievi si sono esibiti al Centro Commerciale Marconi, per vedere tutte le foto cliccate sui nostri album nella pagina facebook!

Schermata 2016-05-30 alle 16.33.06

Bateras Beat Sardegna ad Ateneika!

13320989_1027537574006101_5984523849856184084_o

 

Venerdì 27 maggio la Band Bateras Beat ha accompagnato la cerimonia di apertura di Ateneika, è possibile vedere tutte le foto della cerimonia nella pagina ufficiale di Ateneika